BIO.LEA.R (Biogas Leachate Recovery)
Life+09/ENV/IT/101

Trattamento del biogas

La discarica è dotata di un impianto di aspirazione e combustione del biogas; fanno parte del sistema di aspirazione i 26 pozzi di captazione inseriti nella parte di discarica denominata “Vasca A” in fase di post-gestione, e i 4 pozzi presenti nella “Vasca B”, attualmente in fase di coltivazione.

IMG_4518_webIMG_4610_webIMG_4615_webNella vasca in coltivazione i pozzi vengono progressivamente elevati con tubi in HDPE fessurato, inseriti ulteriormente in una camicia di ghiaia per favorire il drenaggio dei gas dalla massa dei rifiuti alla tubazione.

Come si può osservare dalla planimetria della discarica, nella Vasca A sperimentale i 9 pozzi denominati “V” sono antecedenti a tutti gli altri 17 trivellati ad Agosto 2012. Oltre ai pozzi appena descritti, fanno parte del sistema di captazione anche le tubazioni fessurate orizzontali poste sul perimetro della discarica, lungo le piste esterne e 8 tubazioni orizzontali fessurate, disposte ad anello (diametro 10 m) e centrate attorno ad alcuni pozzi sulla sommità della discarica.

Il biogas aspirato dai pozzi viene convogliato attraverso un sistema di tubazioni in polietilene a tre stazioni di regolazione denominate SRA (12 unità) – SRB (12 unità) – SRC (15 unità). Le stazioni di regolazione sono a loro volta collegate in parallelo ad una Centrale di Estrazione del biogas (CE), costituita dalla centrale di recupero energetico e dalla torcia.

La centrale di recupero energetico è costituita da un motore a combustione interna, collegato con un’unità di post combustione per l’abbattimento degli inquinanti. In caso di mancato funzionamento del motore, entra in funzione la torcia di combustione ad alta temperatura.