BIO.LEA.R (Biogas Leachate Recovery)
Life+09/ENV/IT/101

Workshop 25-26 Giugno 2014

CONCLUSA LA PRIMA EDIZIONE DI "ECO_WORKSHOP. AMBIENTE E IMPRESA" Si è aperto questa mattina all’Università di Asti, il primo appuntamento con “Eco_workshop. Ambiente e impresa”. A fare gli onori di casa l’ingegnere Giovanni Periale, presidente di Gaia spa, azienda astigiana organizzatrice della due giorni in collaborazione con Astiss, Politecnico di Torino, AICA, A2A Ambiente e il supporto della Cassa di Risparmio di Asti e del programma europeo Life+.

foto 2

Attesa per il primo intervento con David Newman, presidente AITA-ISWA Italia. Nel discorso ha insistito sull’importanza che dovrà sempre ricoprire l’”Economia circolare”. “Sarà fondamentale – ha detto – il modo con cui saranno utilizzati energia, prodotti e risorse. Il recupero dovrà essere una variabile decisiva già al momento della fabbricazione di prodotti. Una sorta – ha spiegato – di medicina preventiva per la protezione dell’ambiente”. Ha poi richiamato l’attenzione sul rapporto inversamente proporzionale tra reddito di un paese e gestione dei rifiuti, “discorso che non vale per i paesi americani – ha sottolineato – dove la grande disponibilità di terreno, non ha ancora reso necessario il trovare alternative alle discariche”.
La seconda relatrice, Silvia Barbero, ricercatrice del Politecnico di Torino ha parlato del “Design sistemico” nell’ambito energetico, seguita da Alberto Godio, docente del Politecnico di Torino, che ha spiegato il progetto “Bio.Lea.R” che si sta svolgendo alla discarica di Cerro Tanaro.
Nell’intervento finale, l’ingegner Luca Bavetta, dell’ufficio tecnico di A2A Ambiente, ha parlato delle tecnologie e macchinari per il recupero del vetro, presenti nel nuovo impianto aperto in località Valterza.

Nel pomeriggio visite agli impianti di Gaia spa.
Con il secondo incontro di “Eco_workshop. Ambiente e impresa”, ieri si è concluso il forum dedicato alla “Greeneconomy e prospettiva di sviluppo delle energie rinnovabili”.

Ha aperto gli interventi sull’importanza della Comunicazione in questo settore, la dottoressa Antonia Santopietro responsabile marketing di Business world. Ha introdotto sostenendo come “l’etica deve seguire e supportare i paradigmi di riferimento dell’economia”. “Lo stesso Pil (prodotto interno lordo) – ha proseguito – è un valore che indica quanto è prodotto, ma non il livello di felicità o benessere di un paese, senza preoccuparsi dell’effetto sull’ambiente”. L’ecosensibilità che grazie alla Comunicazione si sta sviluppando negli ultimi 30 anni nei paesi a maggior sviluppo, sta facendo riconsiderare questo valore di riferimento. Indicazioni e ragionamenti sono stati supportati da citazioni (Robert Kennedy) e dal testo di John Grant “The green marketing manifesto”.
Ha poi preso la parola Andrea Gandiglio, direttore editoriale Greenews.info. “Il nostro portale – ha spiegato – è nato nel 2009 per l’esigenza di mettere in collegamento le realtà verdi che nei vari settori si stavano sviluppando. Un comune denominatore di riferimento che oggi conta una ventina di redattori e collaborazioni da paesi esteri”.
Ha chiuso la mattinata Gennaro Gaido, responsabile comunicazione CIAL. Ha raccontato con esempi le esperienze e il modo di promuoversi del Consorzio italiano Alluminio, attraverso attività stampa, pubblicitaria e promozionale.

foto 2 (2)                  foto 1 (3)

Date: 30-06-2014